Ischia Hotel Booking: una vasta scelta di offerte e lastminute di oltre 150 tra hotel a Ischia, B&B e Residence, tra i quali potrai scegliere il meglio per il tuo soggiorno ad Ischia. Gli hotel migliori e i lastminute piu' vantaggiosi per una vacanza perfetta!

Piccola storia

Ischia Hotel Booking

Piccola storia

L'ISOLA D'ISCHIA - PICCOLA STORIA
Un po' di storia

Fin dall'antichità l'isola venne considerata una terra di grande interesse sia per la sua posizione nel mediterraneo, sia per le sue ricchezze del territorio. Furono i greci, e precisamente gli Eubei, i primi colonizzatori che nel VII secolo a.C. portarono le prime forme di civiltà organizzata attribuendo all'isola il nome di Pithekoussai. Dall'isola si spinsero a conquistare la costa e fondarono Cuma e Neapolis.

Il loro insediamento sull'isola si trovava nell'attuale zona di Montevico a Lacco Ameno. Oggi sappiamo con certezza che la loro maggiore attività era la produzione di vasi di ceramica (da questi anche l'origine del nome Pithekuossai pithoi in greco significa vaso di ceramica) e il commercio dei loro prodotti. Successivamente alla civiltà greca giunsero i Siracusani intorno al 500 a.C., che dispersero le popolazioni elleniche insediandosi al loro posto. Pithekoussai fu distrutta e l'isola fu soggetta a diverse dominazioni, tra cui quella di Roma che la cedette a Napoli in cambio di Capri.

Con i romani Ischia fu chiamata Aenaria, il suo centro era vicino alla zona di Cartaromana a Ischia Ponte, ma in seguito a un rapido assestamento del terreno l'insediamento fu sommerso dal mare. Per un lungo periodo fu terra di conquista e di passaggio.

Dal IX secolo iniziarono le terribili invasioni dei saraceni, le incursioni dei turchi e degli africani che si protrassero per ben settecento anni. In questo periodo le popolazioni del golfo costruirono avamposti, torri di avvistamento e un sistema di segnalazioni a vista dalla penisola sorrentina fino a Cuma, per avvertire dell'arrivo dei nemici. Gli abitanti di Ischia furono costretti a ripararsi nell'interno dell'isola dove costruirono rifugi scavati nel tufo, che ancora oggi si possono ritrovare.

Nei periodi successivi Ischia vede l'alternarsi di varie dominazioni: i Normanni, gli Svevi, gli Angioini e infine gli Aragonesi che attraverso la famiglia d'Avalos restituirono all'isola periodi di tranquillità e di dinamismo economico. Il loro dominio si trasformò progressivamente in assoggettamento con pressioni fiscali e angherie, tanto che nel 1729 alla morte di Michelangelo d'Avalos ci fu un'autentica sommossa. Il risultato fu che Ischia passò sotto la gestione diretta della casa reale di Napoli e così rimase fino all'unità di Italia.

VEDI ANCHE ...

NOTIZIE ...
La fortuna viene da lontano È abbastanza frequente che la fortuna di una località turistica dipenda dall'intervento di personaggi estranei a essa, né Ischia si è sottratta a tale principio. A scoprirne le potenzialità turistiche, negli anni Cinquanta, fu l'editore milanese Angelo Rizzoli, il cui interessamento, già rifiutato da Pozzuoli e da Casamicciola, grazie al provvidenziale incontro col sacerdote archeologo don Pietro Monti, mutò radicalmente il volto di Lacco Ameno, ma finì per incidere, altrettanto radicalmente, sulla tendenza dell'isola al turismo.
Terme e alberghi sorsero nel comune di Lacco - sotto il nome della regina Isabella -, accompagnati da manifestazioni musicali, a beneficio dei turisti, e anche le altre strutture - già esistenti, ovvero trainate dalla politica inaugurata dall'industriale lombardo - dovettero mettersi al passo, in quel comune, come negli altri, facendo compiere all'intera isola il salto di qualità.
Tanti ricordano ancora le due imbarcazioni gemelle, ormeggiate nel porto d'Ischia, la Regina Isabella e il Sereno, destinate la prima al trasporto dei turisti da Napoli a Ischia, la seconda al diporto della famiglia Rizzoli.

Un'altra personalità che ha legato il proprio nome a Ischia è Luchino Visconti, il quale scelse di trascorrervi lunghi periodi, nella torre di monte Vico, che aveva acquistato e fatto trasformare in abitazione; e non v'è dubbio che questa sua scelta abbia contribuito, non poco, al salvataggio di quello splendido angolo dell'isola. (Ischia Ieri e Oggi - G.Di Meglio)


QUALI OFFERTE
ISCHIA

FORIO DI ISCHIA

CASAMICCIOLA TERME

LACCO AMENO

SANT' ANGELO

SPIAGGIA MARONTI
HOTEL 4 STELLE
Hotel Terme Saint Raphael
HOTEL 3 STELLE
Hotel Maronti
IHB © by METIS - info@ihb.it - Informativa privacy - Condizioni generali
IHB s.r.l. P.I.07005800961 METIS Internet Agency 1089:1287M