Ischia Hotel Booking: una vasta scelta di offerte e lastminute di oltre 150 tra hotel a Ischia, B&B e Residence, tra i quali potrai scegliere il meglio per il tuo soggiorno ad Ischia. Gli hotel migliori e i lastminute piu' vantaggiosi per una vacanza perfetta!

La spiaggia di Citara

Ischia Hotel Booking

La spiaggia di Citara

LA SPIAGGIA DI CITARA - LA SPIAGGIA DI CITARA
Sotto la superba grandezza dell'Epomeo tra valli e colli degradanti verso il mare, nei pressi di Forio, si stende la bella spiaggia di Citara (o Cetara). Un mare sempre allettante e limpido sciaborda a poco a poco confondendosi in alcuni punti con le rinomate acque termali. Citara vuol dire acqua che fa «fecondare» o che fa «proliferare». Lo storico D'Ascia afferma che l'acqua di Citara fu posta dai romani sotto la protezione di Venere Citarea, di cui fu trovata una statua di marmo bianco, andata poi distrutta.

Oggi qui al sole, nell'esaltazione di una natura che tocca il divino e lungi dalla frenetica vita moderna ci si ritrova uomini. Qui, al riparo dall'alta costa di Punta Imperatore, in una cornice di Bouganville e di piante tropicali e subtropicali, nel 1962 si cominciò la costruzione di un modernissimo complesso termo-balneare, la "città giardino" delle terme Poseidon, che in un indimenticabile contorno di piscine, giardini e servizi, sfrutta con criteri modernissimi le alte qualità curative delle acque.

Si tratta di una bellissima spiaggia di morbida sabbia chiara, litorale molto lungo e ben attrezzato, solo una sua porzione minore del quale è libero. Il mare è molto bello, turchese, cristallino e trasparente, ideale per fare il bagno e nuotare, nonchè per praticare diversi sport acquatici. La spiaggia è quasi sempre affollata, per la sua bellezza, per i vari servizi che offre (stabilimenti attrezzati, bar e ristoranti) e per il fatto di essere una tra le spiagge più assolate dell'isola, in una posizione che permette di ammirare dei tramonti mozzafiato.

A questo moderno mondo turistico si affianca un'antica leggenda ispirata dalle bizzarre formazioni rocciose che si scorgono dalla spiaggia: si dice che di qui sia passata la nave dei Feaci con Ulisse e che al suo ritorno si sia trasformata per punizione in una roccia. Si narra, ancora, che due uomini tentarono la fuga dalla nave, ma che anch'essi furono trasformati in scogli, prima di potersi mettere in salvo sulla spiaggia. Più simpatica è invece la tradizione orale che afferma che in queste acque solevano bagnarsi le vestali, e che le acque termali di queste sorgenti avessero delle capacità rivitalizzanti sulle capacità amatorie di chi vi si bagnasse.

VEDI ANCHE ...

NOTIZIE ...
Etimologia del nome Forio Jasolino vuole derivi da Fiorio, in quanto ebbe gran fioritura dopo la distruzione di altri Casali. Il De Siano da fhoros = ferace, fertile. Col De Siano sta il Saldino. Alcuni dal greco Korìon = villaggio. La tradizione, tramandata dal D'Ascia, sostiene derivi da fiorito. Lo stemma è un fiore in campo azzurro, perché i primi coloni trovarono il paese fiorito, oppure dal fatto che un cittadino uscì per primo dal Castello d'Ischia per stabilirsi in queste campagne (fuori - io). (Guida d'Ischia - G.G.Cervera)

IN QUESTA SEZIONE
La spiaggia di Citara
La cartina
Come raggiungere Ischia
L'ISOLA D'ISCHIA
Visitare S. Angelo è certamente una meravigliosa esperienza. Alla costa sta attaccato un grazioso sobborgo, un tempo primitivo villaggio di pescatori, mentre troneggiante verso il mare si stacca una penisoletta detta «Torre di S. Angelo». Come una grande gobba ... (Sant'Angelo)
QUALI OFFERTE
FORIO DI ISCHIA
IHB © by METIS - info@ihb.it - Informativa privacy - Condizioni generali
IHB s.r.l. P.I.07005800961 METIS Internet Agency 1089:1287M